CREDITO AGRARIO


Il credito agrario è un tipo di finanziamento studiato dalle banche per operatori del settore. Rivolto ad aziende e coltivatori diretti nell’ambito dell’agricoltura e dell’allevamento serve all’acquisto e alla ristrutturazione di immobili e mezzi funzionali all’attività.

Esso viene richiesto per determinate finalità: l’acquisto di un’azienda agricola o un terreno agricolo, per la ristrutturazioni di locali funzionali all’attività agricola (come stalle, magazzini, ecc.), per lavori di ammodernamento e ampliamento delle aziende di settore, per l’acquisto di bestiame, macchinari e per miglioramenti o acquisti di partecipazioni (come ad esempio le “quote latte”).

Si tratta, in sintesi, di una risorsa economica impiegata per l’attività. Di conseguenza tutto quello che non vi rientra non può essere oggetto di finanziamento. Ci sono, infatti, delle precisazioni da fare: non è possibile richiedere un credito agrario per la costruzione, ad esempio, di una casa annessa ad un fondo agricolo a meno che essa non sia destinata all’attività produttiva per cui diventa finanziabile solo la parte riservata allo scopo.

È possibile, inoltre, richiedere anche una somma in denaro contante, ma è d’obbligo possedere o appartenere ad un’azienda agricola.